La circolare ministeriale sugli sgravi contributivi per contratti di solidarietà

Il Ministero del Lavoro, a seguito dell’emanazione del Decreto Interministeriale n. 2/2017 (Lavoronews n. 64/2017), che ha rideterminato i requisiti, le modalità e i termini perentori di presentazione delle istanze per l’accesso alla decontribuzione, a favore delle imprese che stipulano o hanno in corso contratti di solidarietà, con circolare n. 18 del 22 novembre c.a., fornisce i chiarimenti per accedere al beneficio a valere sui fondi 2017.

La riduzione contributiva è riconosciuta nella misura del 35% della contribuzione, a carico del datore di lavoro, dovuta per i lavoratori interessati alla riduzione dell’orario di lavoro in misura superiore al 20%.

La domanda riguarderà lo sgravio contributivo per l’intero periodo di solidarietà previsto nell’accordo, e comunque per un periodo non superiore a 24 mesi nel quinquennio mobile, in relazione alla singola unità produttiva aziendale interessata dal medesimo contratto di solidarietà. 

L’istanza, firmata digitalmente e in bollo, deve essere presentata al Ministero esclusivamente a mezzo pec, e contestualmente anche all’Inps, e dovrà contenere, a pena d’inammissibilità, la stima della riduzione contributiva richiesta.

Le domande di decontribuzione, da imputarsi sui fondi a partire dall’esercizio finanziario 2017, dovranno essere presentate perentoriamente dal 30 novembre al 10 dicembre di ogni anno di riferimento.

Istruzioni per la concessione delle riduzioni contributive previste dal Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze n. 2 del 27.09.2017, per i contratti di solidarietà stipulati ai sensi degli articoli 1 e 2, D.L. 30 ottobre 1984, n. 726, convertito, con modificazioni, dalla L.19 dicembre 1984, n. 863, nonché ai sensi dell’articolo 21, comma 1, lett. c), D. Lgs 14 settembre 2015, n. 148

Archivio

Categorie

Archives

Design and Developed by KodeForest @ All Rights Reserved by KodeForest